Ospedale Pediatrico dell' arcipelago di Lamu e della costa del Kenya - Come aiutare i bambini in Africa | Adotta un Bambino | Donazioni per l'Africa | Aiuto Umanitario in Kenya| ANIDAN ITALIA ONLUS

Cerca in Anidan Italia
Vai ai contenuti

Menu principale:

Ospedale Pediatrico dell' arcipelago di Lamu e della costa del Kenya

Cosa facciamo > Aree di intervento
ASSISTENZA SANITARIA A LAMU IN KENYA


Con la collaborazione della Fondazione Pablo Horstmann abbiamo costruito un ospedale che assiste permanentemente i bambini della Casa e annualmente circa 20.000 bambini dell'arcipelago di Lamu e della costa del Kenia. Oltre a medici e personale sanitario keniani, i bambini sono curati da medici spagnoli volontari che periodicamente si alternano nell'ospedale.

L'Ospedale Pablo Horstmann di Anidan ha seguitato ad offrire asistenza sanitaria de qualità e gratuita alla popolazione infantile di Lamu durante tutto il 2010, essendosi consolidato come l'ospedale di riferimento di tutta la zona.

Si è costruito un anneso all'edificio principale per poter aumentare la capacità di degenti e per aprire nuovi dipartimenti la cui attività verrà sviuppata nel prossimo anno.

I servizi dell'Ospedale nel corso del 2010 sono stati i seguenti :

-   L'unità di vaccinazione: ha come missione la vaccinazione completadi tutta la popolazione infantile che ci è stata affidata dall'autorità sanitaria del distretto. Non solo vaccina a tutti i pazienti dell'ospedale , ma effettua anche  una volte al mese una visita sanitaria ad un villaggio vicino per iniziare a vaccinare tutti i bambini.
-   La nuova unità di HIV, si occupa di protocollare le cure dei nostri pazienti affetti da questo virus, migliorandone i controlli. L'Ospedale controlla accuratamente l'evoluzione di 12 bambini a cui è stata diagnosticata l'AIDS.
-   L'unita' di nutrizione controlla i bambini sottopeso, e gli somministra aiuti nutrizionali seguendone con cura l'evoluzione. Questa unita' offre giornalmente nutrimento speciale ai denutriti, insegna alle madri come fare, e costantemente segue tutti i vari casi. Attualmente sta seguendo 140 piccoli pazienti denutriti.
-   Cosi' pure si è rafforzata l'Unità di Ecografia, essendo l'unica diagnostica per immagini disponibile , offrendo corsi di ecografia pratica al personale sanitario per migliorare le proprie capacita'.
-   I pazienti ed i degenti ospedalieri in osservazione sono aumentati, tanto che abbiamo divuto iniziare ad utilizzare una seconda sala di ammissione. Gli ammessi in osservazione superano il centinaio ogni mese, ed i ricoverati la ventina.
-   I casi più complessi che richiedono  prove diagnostiche che non abbiamo
     o trattamenti chirurgici che non possiamo effettuare, sono inviati ai centri          ospedalieri di Mombasa e Nairobi , a carico della Fondazione Pablo Horstmann.  Durante quest'anno abbiamo avuto più di 40 casi gravi che sono stati trattati nei grandi ospedali keniani per chirurgie o prove diagnostiche complesse.
-   I casi molto gravi, come nove bambini la cui vita dipendeva da un'intervento chirurgico che non si poteva effettuare in Kenya , sono stati inviati in Spagna per subire un'intervento a causa di una cardiopatia congenita.


NUOVE CAMPAGNE
La nuova Consulta Multidisciplinare permette di realizzare campagne di sottospecialità senza danneggiare l'assistenza pediatrica generale.

Si e' effettuata una Campagna di Chirurgia Generale e Ginecologia nel mese di marzo, una Campagna Dermatologica nel mese di luglio ed una Campagna Ottica ed Oftalmica ed un corso di Ecografia nel mese di dicembre. Queste campagne vengono offerte non solo alla popolazione infantile che beneficia del nostro ospedale pediatrico, ma a tutta la popolazione adulta di Lamu, visto che nella zona i servizi sono praticamente inesistenti. Le campagne si realizzano in collaborazione con il personale sanitario dell'Ospedale del distretto statale  e sempre con un fine formativo oltre che assistenziale.

La Campagna di Chirurgia Generale e Ginecologia ha visitato 715 pazienti, effettuando 107 interventi. E' stata la  più grande campagna chirurgica e di maggior successo mai realizzata nel distretto ,dove abitualmente si operano solo cesarei e qualche appendicite. In tutto l'anno precedente nell'ospedale statale del distretto erano  stati fatti una trentina di interventi.

Durante la Campagna Dermatologica sono stati curati più di 350 pazienti, realizzando 43 interventi minori e facendo docenza molto attiva con il personale sanitario locale.

La Campagna Ottica ed Oftalmica ha permesso di inaugurare una 'Eye unit ' nell'Ospedale del Distretto con macchinari donati dalla Fondazione Pablo Horstmann, mettendo così le basi per lo sviluppo dell'assistenza oftalmica nel distretto in stretta collaborazione con i sanitari locali. Sono stati fatti 19 interventi e consegnati più di 50 paia di occhiali a bambini, visitando un totale di 342 pazienti.

E' stato aperto un laboratorio Ottico che permette di offrire occhiali a tutti i bambini con difetti di rifrazione, servizio inesistente fino ad ora in tutto il distretto.

ASSISTENZA EXTRAOSPEDALIERA
Per arrivare ai più bisognosi, l'ospedale ha anche mantenuto la sua attività preventiva e l'assistenza extraospedaliera presso i villaggi più isolati e non assistiti dell'arcipelago di Lamu, in Kenya. Questa attività, essenziale per offrire una attenzione sanitaria a bambini che ne sono assolutamente sprovvisti nei loro villaggi e non hanno alcuna possibilità di viaggiare al nostro centro ospedaliero, e' stata fatta mensilmente.

In queste visite si vaccinano i bambini, si somministra la vitamina A per prevenzione, si fanno visite pediatriche e campagne di prevenzione della malaria ed altre malattie. Si parla anche con loro di igiene ed attenzioni basilari.

Visto che l'Ospedale si trova nei terreni della Casa di Accoglienza segue immediatamente qualunque problema medico dei bambini accolti. Questa vicinanza fa si che qualche volta i dormitori di Anidan diventino infermeria e che di fatto alloggino i bambini che necessitano di cure mediche costanti, come i casi che abbiamo di trattamento post-operatorio, diabete o HIV, perché stare dentro la nostra Casa puo' essere la loro unica garanzia di sopravvivenza.

Torna ai contenuti | Torna al menu