Casa Accoglienza per i Bambini di Lamu | Aiuti ai Bambini abbandonati - Come aiutare i bambini in Africa | Adotta un Bambino | Donazioni per l'Africa | Aiuto Umanitario in Kenya| ANIDAN ITALIA ONLUS

Cerca in Anidan Italia
Vai ai contenuti

Menu principale:

Casa Accoglienza per i Bambini di Lamu | Aiuti ai Bambini abbandonati

Cosa facciamo > Aree di intervento
LA CASA ACCOGLIENZA DI ANIDAN A LAMU IN KENYA

La mission della Casa è la totale attenzione ai bambini accolti,  motivo per il quale Anidan si occupa dell'alimentazione, la salute, i vestiti, e le altre necessità basilari, oltre a dare alloggio a metà di loro.  Inoltre nell'ospedale adiacente, presta assistenza sanitaria gratuita tanto ai bambini quanto al resto della popolazione del distretto di Lamu.

Quest'anno è stato ultimato un nuovo dormitorio per poter ospitare altri 50 bambini bisognosi, potendo quindi contare ad oggi con un edificio per i neonati, uno per le bambine ed uno per i bambini.

Nei dormitori trovano albergo bambini che non hanno una famiglia, che sono stati abbandonati o che hanno una situazione familiare nociva o pericolosa per loro. I bambini condividono stanze da sei, dove dormono, ci si occupa della loro igiene e possono trovare un pò di privacy per loro.  In ogni dormitorio c'è un sorvegliante notturno.

In Anidan le attività di gioco e lo sport fanno parte integrante della formazione dei giovani, sia nell'aspetto fisico che in quello sociale, motivo per cui si è costruito un campo di basket e una spazio multiuso da dedicare allo sport ma anche alla celebrazione di feste, riunioni e altre attività. Quotidianamente questo spazio viene utilizzato come asilo e centro prescolare.

Ai bambini residenti vengono offerti 3 pasti al giorno, mentre ai bambini che orbitano nella casa ne vengono offerti due (pranzo e cena). Ai bambini piccoli dell'asilo viene inoltre preparata una merenda a metà mattinata per rafforzare la loro alimentazione.
I pasti variano molto e includono verdure, frutta, uova, pesce oltre a mais, riso, legumi e latte. L'abitudine per i bambini ospiti non residenti è che mangino fagioli a pranzo e puré di mais a cena.

A tutti i bambini vengono forniti indumenti e le uniformi che sono obbligatorie nelle scuole keniote. Allo stesso modo forniamo loro tutti gli articoli necessari per la loro igiene e le loro necessità personali.

Sopra il nuovo dormitorio è stato allestito uno spazio per una biblioteca e una sala studio. In questo modo le terrazze coperte dei tre dormitori ospitano rispettivamente: quella dei piccoli, l'asilo; quella delle bambine, le aule per le classi di sostegno a d alunni delle primarie e secondarie; quella dei bambini, la biblioteca e la sala studio.

Tutti i bambini di Anidan sono scolarizzati o frequentano l'asilo o le classi prescolari. Dedichiamo alla forazione una parte considerevolle delle nostre risorse. Siamo convinti che non basta portarli via dalla miseria nella quale vivono, ma che dobbiamo formarli perché è la migliore speranza di futuro che possiamo offrir loro.

Da un lato offriamo loro una piena scolarizzazione, dall'altro l'appoggio necessario per evitare il fallimento scolastico di coloro che provengono da famiglie che sono apertamente contro lo studio.

I più piccoli passano le mattine all'asilo, disegnando, giocando, vedendo le loro prime lettere ed entrando in contatto con la lingua inglese (swajili ed inglese sono le lingue ufficiali in Kenia, ma la lingua scolastica è l'inglese) sempre seguiti da una maestra ed una volontaria.

Il gruppo che va dai quattro anni ai sette frequenta i 3 livelli preparatori del centro prescolare di Anidan seguiti da 3 professori.
A partire dai sette anni i bambini frequentano la scuola elementare dove passano gli otto anni di primaria.

Quelli che superano l'esame statale alla fine della scuola primaria, passano a studiare i quattro anni di secondaria. Quasi tutti lo fanno in regime di "interni" nella scuola, in questa parte del Kenia.

Due bambini frequentano corsi speciali: un bambino con gravi problemi di mobilità ed una bambina cieca che impara il metodo braille.
La maggior parte degli alunni che hanno finito la scuola secondaria realizzano studi professionali a Mombasa o a Nairobi.

Agli alunni che non frequentano la secondaria si insegna un lavoro, nell'Istituto Politecnico di Lamu o nella Scuola Professionale di Mombasa. Quasi tutti lavorano mentre portano a termine questi studi.

Per evitare il fallimento scolastico menzionato prima, tutti gli studenti della primaria e della secondaria di Anidan che risiedono a Lamu hanno la possibilità e l'obbligo di frequentare le lezioni di sostegno portate avanti da un gruppo di professori nella Casa per due ore e mezza al giorno.

Il nostro intento è quello che nessuno dei nostri bambini fallisca nei suoi studi e tutti possano uscire dalla Casa con una professione o un lavoro che gli possa permettere di rompere quella catena di provenienza fatta di povertà ed ignoranza.


REQUISITI PER ESSERE ACCOLTO NELLA CASA


Per essere accolto nella casa di Lamu non ci sono altri requisiti se non quelli di essere un bambino privo di mezzi economici, un bambino abbandonato o un orfano. Vengono presi in considerazione anche condizioni particolari per le quali i bambini possano rischiare maltrattamenti o abusio che abbiano malattie ed infermità particolari come l'HIV. I bambini che si trovano nelle condizioni peggiori entrano nei nostri dormitori, quelli che hanno comunque una famiglia che li può ospitare frequentano la Casa ma dormono in famiglia.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu