La struttura organizzativa di Anidan Aiuta i Bambini in Africa - Lamu, Kenya - Come aiutare i bambini in Africa | Adotta un Bambino | Donazioni per l'Africa | Aiuto Umanitario in Kenya| ANIDAN ITALIA ONLUS

Cerca in Anidan Italia
Vai ai contenuti

Menu principale:

La struttura organizzativa di Anidan Aiuta i Bambini in Africa - Lamu, Kenya

ORGANIZZAZIONE UMANITARIA ANIDAN

Anidan Spagna, Anidan Italia ed Anidan K possono contare su 6 centri dove sviluppare la propria attività.

Un ufficio a Madrid ed uno a Roma.

Tre padiglioni destinati a dormitori nel complesso di Anidan situato nei pressi di Lamu. I dormitori sono divisi in camere per i residenti, ognuna dotata di sei letti e una finestra. Ci sono inoltre bagni e docce. Il primo piano di ogni edificio sono utilizzati come asilo, aula di studio e biblioteca.

Un edificio connesso a questi che ospita il refettorio, la cucina, gli uffici il magazzino e un'aula informatica.

L'ospedale che è situato nello stesso terreno della Casa di Accoglienza. Nel mese di agosto è stata aperta una nuova ala nella quale si è installato il laboratorio, una nuova farmacia con le nuove unità di vaccinazione, HIV, ecografia, nutrizione e ottico.

Nello spazio ampliato dell'edificio principale è stata prevista una nuova sala visite multidisciplinare nella quale prevedere, senza alcuna interferenza nel funzionamento del resto della struttura,  l'attuazione di campagne mediche esterne.  Si è inoltre inaugurata una seconda sala ingressi che coesiste con la prima, la sala cure, la sala visite e il resto dei reparti.

Gli edifici di Lamu sono stati costruiti da Anidan, che ne è proprietaria e ne ha ceduto l'uso a Anidan K tramite un accordo di collaborazione. La costruzione ed il successivo ampliamento dell'ospedale sono stati  finanziati dalla Fondazione Pablo Hortsmann e donati ad Anidan.

In amministrazione lavorano 1 direttore, 1 assistente sociale, 1 responsabile delle risorse umane, 1 impiegata amministrativa, 1 contabile, 1 amministratore del progetto microcredito, 1 responsabile del magazzino.

Nella Casa, nell'asilo, nelle classi prescolari e di sostegno lavorano9 professori, 2 allenatori, 4 ostetriche, 13 addetti alle pulizie (di cui 3 addetti alla lavanderia e 2 giardinieri) , 1 fattorino, 9 addetti alla sicurezza, 8 cuochi, 1 sarta e 1 parrucchiera.

2 nuovi infermieri si sono aggregati all'ospedale quest'anno, portando l'equipe ad un totale di 9 persone dell'area sanitaria (1 medico, 1 "clinical officer", 5 infermieri e 2 tecnici di laboratorio) e altre 9 persone con diverse funzioni (1 traduttore, 2 amministrativi, 3 addetti alla sicurezza e 3 addetti alla pulizia).

La squadra di Anidan K è formata da 73 impiegati senza contare i volontari.

Personale assunto: 2. Il Socio Fondatore di Anidan, che esercita le funzioni di Direttore del progetto e una cooperante spagnola, Direttore di Anidan K. Entrambi vivono a Lamu

Personale non assunto, volontario: 5. Sono anch'essi soci di Anidan e membri della famiglia del fondatore, con l funzione di tenere la contabilità dell'associazione.

Professionisti: 7. Sono le 5 persone menzionate al punto precedente, un altro dei familiari del fondatore e un altro volontario. Nessuno di loro percepisce un salario o un compenso per il proprio lavoro e servizio professionale che presta.

Nel dettaglio, i servizi professionali che Anidan riceve da questi professionisti riguarda tematiche giuridiche portate avanti da 2 avvocati, i progetti di costruzione e supervisione dei lavori seguiti da un architetto, la consulenza specializzata di un ingegnere informatico e la collaborazione per la comunicazione e relazione coi soci da parte di uno psicologo.

Rafael dedica tutto  il suo tempo alla cura dei bambini ed allo sviluppo del progetto. Vive a Lamu dove dirige la Casa di Accoglienza, segue e coordina I vari programmi di aiuti umanitari e mantiene l'Ospedale Pediatrico Pablo Horstmann. Viaggia ogni tanto in Europa per spingere la raccolta dei fondi necessari.

In Africa tutti i collaboratori, eccetto i medici volontari che si alternano nell'ospedale, la direttrice di Anidan, due cooperanti italiani e lo stesso Rafael sono kenioti. La maggioranza sono giovani che, grazie a noi, trovano un lavoro degno.

Tutte le attività vengono svolte dai gruppi locali; ricevono la formazione necessaria e beneficiano dello scambio di conoscenze dalla collaborazione con il personale l'europeo. Con l'istruzione del personale locale, che resterà a lavorare li', contribuiamo allo sviluppo della regione e riduciamo la dipendenza dall'estero.

L'impiego di kenioti porta anche altri vantaggi: una fluida comunicazione con i bambini e le famiglie, la promozione delle persone all'interno della stessa comunità ed una possibile crescita professionale per ciascuno dei nostri ospiti. Prevediamo infatti la possibilità che possano prendersi carico del progetto loro stessi.

In Spagna ed in Italia, da oggi grazie ad Anidan Italia, un gruppo di volontari si occupa di consulenze, amministrazione, promozione e raccolta di fondi.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu